La guida ai ristoranti di Milano Expo 2015 di Zomato

Articolo di Francesca La Banca
9 maggio 2015

Expo recensioni ristoranti

Ma quanto costa mangiare a EXPO?

Zomato,​ leader mondiale nel servizio di ricerca ristoranti online, presenta ai suoi utenti un m​ini­sito dedicato ai Ristoranti EXPO​.

179 locali recensiti

La squadra di Zomato ha recensito ben 179 locali presenti ad Expo Milano. Dai ristoranti ai Food truck sono stati raccolti menu e prezzi e relative foto dei piatti. Inoltre accedendo all app di Zomato e visitando la sezione riservata a Expo si ha la possibilità di vedere i ristoranti geolocalizzati.

Expo Food Truck

Il più costoso e il meno caro​­

Il ristorante più caro è Minokichi, nel Padiglione Giappone: ben 250€ per due persone. Il ristorante meno caro è, invece, Meydan: 20€ in due nel Padiglione Turchia.

Dove mangiare gratis ad Expo

L’unico luogo in cui si può stuzzicare qualcosa senza spendere un centesimo è L​e Bistrot du Lion,​ nel Padiglione Francia, che offre assaggi di formaggi tipici. Lunghissima la fila anche davanti lo stand C​oca Cola,​che regala bottiglie a tutti i visitatori del padiglione. Sono invece 9 i ristoranti che servono prodotti gluten­free (nei padiglioni Israele, Italia, Gran Bretagna e Paesi Bassi) e 24 quelli in cui è possibile gustare piatti vegetariani.

Padiglione Oman

Aperitivo ad Expo?

Anche nel mini­sito, ad esempio, gli utenti possono scrivere una recensione del ristorante in cui sono stati e possono scegliere il locale migliore in base ai filtri e anche all’orario in cui si accede all’app: alle 18, infatti, saranno consigliati i locali ideali per gli aperitivi (​sono 15 i posti disponibili tra Padiglione Italia, Gran Bretagna, Spagna e altri food truck),​ mentre alle 20 verranno suggeriti i ristoranti in cui gustare un’ottima cena.”

Zomato expo

Cos’è Zomato

Zomato fornisce informazioni dettagliate su oltre 1​milione di ristoranti in 22 Paesi​ nel mondo. A disposizione degli utenti, sulla piattaforma, ci sono numerosi filtri e categorie di ricerca (come, la tipologia di cucina, le situazioni più adatte a sposarsi con un determinato locale – es. aperitivo, cena a lume di candela – e la fascia di prezzo). In particolare, sono presenti le “c​ollezioni”​, selezioni tematiche costantemente aggiornate per scoprire le ultime novità in campo gastronomico.

“Oggi un utente che cerca un ristorante non sta cercando soltanto un posto dove “si mangia bene”, ma sempre di più vuole capire, prima di entrare in quel locale, q​uale esperienza vivrà:​ quindi, sono importantissime le foto professionali dei piatti, le descrizioni delle pietanze, i menù e i prezzi, ma è altrettanto fondamentale mettere gli utenti nelle condizioni di comprendere se si tratta di un ristorante adatto a una cena romantica oppure a una serata divertente con gli amici – conclude Guk Kim – Noi, attraverso le nostre “collezioni” cerchiamo di trasmettere all’utente l’esperienza del ristorante, per permettere all’utente di decidere il locale adatto a lui, con uno sguardo a 360°, e vogliamo fare lo stesso anche attraverso il minisito dedicato a Expo”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *