Tipi di sushi

Articolo di sushiando
9 ottobre 2015

Esotica, invitante, stuzzicante oltre che bella da vedere, ecco la cucina giapponese che, negli ultimi anni, ha invaso il mercato gastronomico. Dai ristoranti classici ai Take-Away, il sushi si può gustare in tutte le sue forme che sia seduti a un tavolo o a casa propria; è diventato talmente famoso che anche i supermercati offrono comode vaschette da portare a casa e degustare. Ma davvero sappiamo distinguere i vari tipi, sapori e prodotti per creare il sushi, ma soprattutto cos’è esattamente. Per i profani: riso, alghe e verdure o pesce. Un modo per definirlo veramente minimalista, il sushi è un tripudio di sapori dove il riso è la base fondamentale, le alghe nori un accompagnamento comune a cui si aggiungono pesce fresco, frittatine, uova di pesce, verdure, carne; il tutto accompagnato da zenzero, wasabi e salsa di soia.

Tipi di sushi

hosomaki

Hosomaki
E’ il più diffuso, conosciuto e apprezzato, anche se il nome può risultare nuovo. Un rotolino di riso, di piccole dimensioni, avvolto nell’alga nori e un ripieno di pesce all’interno. Spesso viene proposto in tante variabili incluse quelle al cetriolino o avocado.

futomaki

Futomaki
Versione più grande dell’Hosomaki. Un rotolo di riso più corposo, con alga all’esterno e un ripieno più ricco e abbondante rispetto al suo fratello minore.

Wasabi Sushi Milano

Uramaki
Alga interna, farcitura e all’esterno il riso. Ha sempre una forma di rotolino, spesso il riso è cosparso di piccoli semi di sesamo o microscopiche uova di pesce.

aperitivo sushi milano

Gunkan
Polpetta di riso di forma ovale, sopra viene adagiato il ripieno e una strisciolina di alga nori, unisce il tutto. Li troviamo ai gamberi, salmone, sogliola, polpo, frittata, verdure e ogni forma di farcitura possibile. Il nome prende spunto dalle barche giapponesi dove il riso è la chiglia e il ripieno il carico della nave, pronta per essere assaporata.

temaki

Temaki
Coni in alga nori, ripieni di riso con la farcitura che sporge leggermente dal bordo. Per questo sushi non occorrono le bacchette ma si usano le mani. La salsa viene versata direttamente sulla farcitura e colerà da sola all’interno del cono; l’alga fa da contenitore per racchiudere al suo interno tutto il sapore.

nigiri-sushi-prato

Nigiri
Sushi più raffinato, è una strisciolina di riso, ben compatto e pressato, guarnito con una striscia di pesce fresco, polpo. Tra riso e ripieno viene spalmato un velo sottilissimo di wasabi, in alcuni casi il tutto è decorato da un filo di alga nori. E’ un sushi molto delicato e più raffinato di quelli classici.

ricetta onigiri

Onigiri
Conosciuto anche come Nigirimeshi, in alternativa O-Musubi. Trattasi di una palla di riso ovale o triangolare, con l’alga nori che la avvolge e all’interno un pizzico di sale con sgombro, salmone affumicato, frutta o verdura, tempura, caviale o carne. In pratica una polpetta di riso ripiena, poco conosciuto in quanto prodotto di nicchia e spesso non distribuito nei ristoranti se non su ordinazione.

sashimi

Sashimi
Va ricordato anche il Sashimi, apprezzato solo dagli estimatori e non sempre in sintonia con il palato degli occidentali. Riso e alghe sono abolite e il pesce, spesso crudo, viene servito a striscioline sottilissime da intingere nella salsa di soia e assaporare totalmente al naturale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

L'articolo è stato letto: 1091 Volte